NavigantI

IL TERRITORIO, LA STORIA, NOI.

Le colline abruzzesi, che si trovano tra le foci dei fiumi Sangro e Sinello, fanno da corona ad una costa verdeggiante. Le spiagge e le scogliere sono intervallate dalle tipiche palafitte dei pescatori dette “Trabocchi” e da una serie di porti naturali ideali per la pesca e le relazioni commerciali, mentre il terreno fertile ha favorito gli insediamenti umani e la coltivazione delle viti autoctone. Numerose e preziose vestigia testimoniano la presenza dell’uomo dal neolitico, passando poi alle civiltà italiche e romane e, più tardi, alle comunità laiche e monastiche medioevali attraverso varie dominazioni fino ad arrivare a quella borbonica prima dell’unità d’Italia. Con lo stesso “spirito italico”, quello di un popolo di navigatori, desideriamo far conoscere la nostra terra, una parte del nostro Abruzzo e della nostra Italia, attraverso la diffusione del nostro vino. Lo facciamo ripercorrendo verso il mondo le più antiche e importanti rotte commerciali aperte dai grandi navigatori Italiani di ogni epoca.